Salta al contenuto

Temi di tendenza

Come usare Facebook (se proprio devi) e mantenere un po’ di privacy

Samanta Fumagalli

18.01.19 4 minuti di lettura

Il 2018 sembra essere stato un anno infinito per Facebook a causa di tutti gli scandali che hanno riguardato la privacy degli utenti di questo popolare social network. Ti starai chiedendo a questo punto se è possibile usare Facebook e mantenere al sicuro la propria privacy.

Dalla scomparsa improvvisa di dominatori dei social media di una volta, Myspace e Friendster, Facebook ha appreso – e forse ha imparato troppo – alcune lezioni. Tra queste lezioni vi è ad esempio il continuo cambiamento per assicurarsi che la user experience non diventi obsoleta, utilizzando tutti i dati disponibili degli utenti per massimizzarne il coinvolgimento e rendere Facebook una piattaforma pubblicitaria più efficace. Con il potere dell’intelligenza artificiale e dell’apprendimento per rinforzo in particolare, Facebook probabilmente migliorerà ancora leggendo la mente degli utenti e degli inserzionisti nel 2019.

Abbiamo sempre la possibilità di non usare Facebook, o di cancellare il nostro account. Tuttavia, molte persone vogliono restare in contatto con i propri amici e il resto del mondo, ma non vogliono dover rinunciare alla propria privacy completamente solo per questo.

Se non vuoi lasciare Facebook, ma vuoi comunque proteggere la privacy dei tuoi dati, Erka Koivunen, F-Secure’s Chief Information Security Officer, ti offre qualche suggerimento:

Non aspettarti che le tue conversazioni su Facebook Messenger rimarranno private

Le conversazioni su Facebook Messenger possono sembrare private, ma Facebook le legge. Gli algoritmi del sito le analizzano per profilarti. Se poi hai app di terze parti connesse al tuo profilo Facebook, queste app possono avere il permesso di leggere, creare e cancellare messaggi al posto tuo.

Ricorda che WhatsApp crea un tuo “profilo ombra”

L’altra piattaforma di messaggistica di Facebook, WhatsApp, usa la crittografia end-to-end. Ciò significa che nemmeno Facebook può vedere i contenuti dei tuoi messaggi, a meno che Facebook non introduca chiavi di decrittografia aggiuntive durante lo scambio di chiavi. Ma questo non significa che Facebook non potrebbe (o non cercherebbe) di indovinare cosa stai comunicando e con chi. WhatsApp, naturalmente, sa con chi comunichi sulla piattaforma e con quanta frequenza. Può anche vedere quanto sono lunghi i tuoi messaggi e che dimensione hanno i file che invii. Ma cosa ancora più importante, WhatsApp ha accesso in automatico alla tua rubrica, il che significa che se usi WhatsApp hai fornito a Facebook tutta la tua rete di contatti. E Facebook usa queste informazioni per mantenere un profilo ombra (detto “Shadow Profile”) di te e di tutti i tuoi contatti. E questo profilo ombra è molto più completo di quello che tu puoi vedere e che puoi scaricare.

Disattiva almeno l’Application Platform

Facebook ha una lista di controlli di sicurezza e privacy confusa e in costante evoluzione che dovresti controllare periodicamente. È consigliabile disattivare l’Application Platform e non permettere mai che app di terze parti si connettano al tuo profilo Facebook. Questa semplice mossa consente di evitare la maggior parte di problemi alla sicurezza e alla privacy.

Rafforza le impostazioni del tuo dispositivo

È importante rafforzare le impostazioni del proprio dispositivo e del browser per ridurre al minimo le informazioni che condividi con Facebook. Assicurati che il tuo dispositivo mobile non permetta a Facebook di accedere alla telecamera, alle foto, al microfono e alla geolocalizzazione, e cerca di consentire raramente questi accessi anche temporaneamente. Puoi trovare queste impostazioni nel sistema operativo iOS in “Impostazioni”, “Tempo di utilizzo” e “Contenuti e Privacy.”

Non devi dire la verità per forza

Facebook (e i suoi partner) non deve per forza conoscere la tua vera età, il tuo indirizzo di casa o il cognome da nubile di tua mamma. Certo, questo va contro i termini e le condizioni sulla privacy di Facebook. Ma non c’è un motivo legale per cui Facebook debba conoscerti così a fondo.

Usa un browser dedicato per le tue attività “social”

Utilizza un browser separato per le attività sui social media piuttosto che per le attività legate al tuo lavoro e la navigazione web casuale. Facebook ha codici di tracciamento praticamente su tutte le pagine di Internet e sembra che possano seguirti anche quando sei fuori da Facebook. Meglio accedere a Facebook solo attraverso un browser dedicato, su un computer protetto che usi solo per questo tipo di cose. Questo potrebbe essere un problema per la maggior parte delle persone, è chiaro. Ma è un passo che bisogna compiere se vuoi usare Facebook e mantenere la tua privacy.

Tutto, tranne Signal, è pubblico

Evita l’uso di SMS per qualsiasi informazione sensibile. E se lo fai, aspettati che qualunque cosa tu stia condividendo non rimarrà privata. Se da un lato WhatsApp è probabilmente più sicuro di SMS o e-mail, i problemi di privacy dei profili ombra di Facebook non lo rendono uno strumento adatto da usare per tutto ciò che riguarda il business. Meglio usare Signal quando si vuole tutelare la propria sicurezza e privacy.

Leggi anche “Cosa dovresti fare dopo la più grande violazione nella storia di Facebook

Samanta Fumagalli

18.01.19 4 minuti di lettura

Lascia un commento

Oops! There was an error posting your comment. Please try again.

Thanks for participating! Your comment will appear once it's approved.

Posting comment...

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Post correlati

Newsletter modal

Grazie del tuo interesse per la newsletter di F-Secure. Riceverai a breve un email per confermare la sottoscrizione.

Gated Content modal

Congratulazioni – ora puoi accedere al contenuto cliccando sul bottone sottostante.